Monumento ai Caduti per la libertà di San Faustino

/Monumento ai Caduti per la libertà di San Faustino
Monumento ai Caduti per la libertà di San Faustino 2017-12-09T19:13:40+00:00

 Il monumento ai “Caduti per la libertà di San Faustino” è stato innalzato per ricordare il sacrificio dei partigiani del quartiere in un punto significativo dei viali della città: piazzale Risorgimento. Se si fa eccezione per l’illustre figura dell’azionista Arturo Anderlini, ucciso nel febbraio del 1944 per aver aiutato la fuga di diversi soldati angloamericani, l’elenco comprende esclusivamente caduti partigiani in senso stretto. Tra di essi una donna, Rosa Panini, e Romano Pagliani, militare morto in Grecia nel marzo del 1944. Fino a pochi mesi fa, il monumento ai “Caduti per la libertà di San Faustino” comprendeva una statua che raffigurava un partigiano morto: una corda legava il cadavere al palo del suo patibolo e lo avvinghiava al tragico destino dell’esposizione ammonitrice. La scultura riprendeva il modello che il noto scultore Veldo Vecchi aveva presentato alla mostra d’arte di “Liberazione” del 1946. I costruttori del monumento di piazzale Risorgimento hanno sfruttato il corpo inerte scolpito da Vecchi per riprodurre una scena che, negli anni del conflitto, ha sconvolto parecchi cittadini: dopo le rappresaglie nazifasciste, i cadaveri dei partigiani restavano esposti per ore alla vista dei passanti come macabri moniti della violenza delle truppe occupanti.

 

 

 

 

 

Notizie e contestualizzazione storica:Il monumento è dedicato ai caduti tra l’8/9/1943 e il 25/4/1945 che facevano parte del CVL (corpo volontari per la libertà) , che era la struttura di coordinamento generale durante la seconda guerra mondiale , ufficialmente riconosciuta sia dagli alleati che dal governo di Badoglio II.

Caduti Commemorati:

ARTURO ANDERLINI
nato a Modena il 3 febbraio 1896
professione Ottico
Antifascista aiutante di perseguitati.
Fucilato il 22 febbraio 1944 a seguito a una sentenza del tribunale fascista.

MARIO ALLEGRETTI
nato a Vignola (Mo) il 2 settembre 1919
Divisione Modena Montagnana, Brigata “Allegretti”.
Partigiano Comandante di Brigata.
Medaglia d’Oro al valore militare alla memoria.

GIULIO ANDREOTTI
nato a Modena il 11 giugno 1922
nome di battaglia “Ivan”
Divisione Modena “Armando”, Brigata “Adelchi Corsini”
Partigiano.
Caduto in uno scontro di pattuglia il 2 novembre 1944 nei pressi di Moscheda.

RACLUS ASCARI
nato a Sant’Agata Bolognese (Bo) il 11 giugno 1919
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Pini Valenti”.
Partigiano.
Partito l’11 maggio 1944 per raggiungere i partigiani di Castelnuovo Monti non diede più notizie.

BRUNO BENATTI
nato a Modena il 24 giugno 1920
professione Tornitore
nome di battaglia “Ghirlandeina”
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Diavolo”.
Partigiano.
Caduto a Cortile di Carpi il 20 dicembre 1944 in seguito a uno scontro coi nazisti.

IVES (IVO) CARRETTI
nato a Modena il 10 ottobre 1921
Divisione Modena “Armando”, Brigata “Comando”.
Partigiano.
Nella battaglia di Gorzano perdeva contatto col resto dell’organizzazione e da allora non si ebbero più notizie.

GIORGIO DONATI
nato a Modena il 4 ottobre 1914
professione Ragioniere
nome di battaglia “Gino”
Divisione “VII Garibaldi”, Brigata “Val d’Aosta”
Partigiano.
Caduto il 14 ottobre 1944 ad Ollomonte (Val d’Aosta).

GIUSEPPE FAIANI
nato a Venezia il 23 ottobre 1921
professione Modellista di tomaie
nome di battaglia “Marino”
Divisione Modena Montagna, Brigata “Allegretti”.
Partigiano Sottotenente (Isp. Org. Form. con 112 uomini).
Caduto a Rovereto di Novi (Mo) il 22 aprile 1945.

OSVALDO GRANDI
nato a Modena il 29 ottobre 1921
professione Fornaio
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Catturato durante un rastrellamento a Cognento veniva fucilato a Saliceto Buzzalino il 20 settembre 1944.

GUGLIELMO LIBBRA
nato a Modena il 10 agosto 1907
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Allegretti”.
Partigiano.
Caduto il 22 aprile 1945 nel combattimento per la liberazione della città di Modena.

RICCARDO MELOTTI
nato a Crespellano (Bo) il 1 aprile 1924
professione Operaio
nome di battaglia “Marino”
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Italia”.
Partigiano.
Caduto nel combattimento per la liberazione di Modena. 22 aprile 1945.

MAURO MIGLIOLI
nato a Maranello (Mo) il 15 maggio 1915
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Allegretti”.
Partigiano.
Caduto nel combattimento per la liberazione di Modena. 22 aprile 1945.

GIOVANNI MOLINARI
nato a Modena il 1 dicemnbre 1901
professione Fonditore
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Medaglia d’Argento valore militare alla memoria.

WILLIAM MOLINARI
nato a Modena il 12 gennaio 1927
professione Trapanista
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Medaglia d’Argento valore militare alla memoria.

GUIDO PAGANELLI
nato a Modena il 25 febbraio 1927
professione Elettricista FF.SS.
nome di battaglia “Tito”
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Caduto durante un disarmo il 22 marzo 1945.

ROMANO PAGLIANI
Modena, 15 febbraio 1920 – Grecia 3 marzo 1944

ARRIGO PELLICIOLI
nato a Modena il 3 aprile 1927
Divisione Modena “Armando”, Brigata “Selvino Folloni”.
Partigiano.
Impiccato il 17 agosto 1944 a Puianello.

ROSA PANNI
Cavezzo, 20 maggio 1914 – Monfestino, 3 maggio 1945

FRANCESCO PIOPPI
nato a Rio Saliceto (Mo) il 14 ottobre 1905
professione Metalmeccanico
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Catturato e fucilato per rappresaglia a Sant’Antonino il 3 marzo 1945.

ENZO (RENZO) RONCAGLIA
nato a Modena il 1 agostino 1927
professione Operaio
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Caduto il 22 aprile 1945 nel combattimento per la liberazione di Modena.

LINO STORCHI
nato a Campogalliano (Mo) il 23 ottobre 1923
professione Salumiere
nome di battaglia “Marco”
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Catturato durante un rastrellamento e fucilato il 20 settembre 1944 a Saliceto Buzzalino.

IVO VECCHI
nato a Modena il 29 marzo 1925
professione Meccanico
nome di battaglia “Vecia”
Divisione II Modena Pianura, Brigata “Mario”.
Partigiano.
Caduto in combattimento contro i nazifascisti a San Faustino.

ELVINO ZOBOLI
nato a Modena il 28 dicembre 1922
professione Autista
Divisione Modena Montagna, Brigata “Scarabelli”.
Partigiano.
Deceduto il 5 maggio 1946 per T.B.C. contratta in servizio.

ETTORE BENEDETTI
nato a Modena il 16 luglio 1890
Collaboratore del movimento della Resistenza, si trovò al centro di uno scontro e rimase
mortalmente ferito il 13 luglio 1944.

Posizione

CIPPI PARTIGIANI