Monumento di via Suore

/Monumento di via Suore
Monumento di via Suore 2018-03-01T13:02:13+00:00

 Questo monumento commemora i lavoratori delle ex-Officine Corni che sono morti nella lotta di Liberazione o per gli effetti del secondo conflitto mondiale. Intorno alla metà degli anni Novanta l’epigrafe originaria dello stabilimento non era più visibile: per evitare che gli uomini che erano ricordati in quell’elenco scivolassero nell’oblio, la Circoscrizione Crocetta e le associazioni partigiane e combattentistiche hanno promosso la costruzione di un memoriale di fronte al luogo in cui sorgeva la “Fabbrica Modenese Utensileria e Ferramenta Corni Bassani & C.”. Nel 1907 l’imprenditore Fermo Corni apre questo stabilimento per produrre componenti per le biciclette, chiavarde per le ferrovie, serrature e chiavi in serie. Dopo l’installazione di un forno per la fusione della ghisa malleabile, lo stabilimento arriva a occupare 300 operai e diventa uno dei principali centri produttivi della città. Già Presidente della Camera di Commercio di Modena, nel 1910 Fermo Corni diventa Cavaliere del Lavoro e comincia un percorso che lo porta ad aprire il primo istituto tecnico-professionale della città per la formazione di operai specializzati e a ricoprire altri importanti incarichi pubblici e culturali.

 

Galleria





Caduti commemorati in questo monumento

ROBERTO ROVATTI

ELIO BARALDI

DARCO FARAGUTI

ARISTIDE LUPPI

BRENNO LIGABUE

OSCAR MALAGOLI

DANILO MARVERTI

ZENO MONTANARI

ALDO RICCO’

REMO TURRINI

MARIO VEZZELLI

ERONNE COMELLINI

ERMANNO FEDERZONI

FERMO OGNIBENE

 

 

CIPPI PARTIGIANI