Questo grande monumento è stato inaugurato il 10 dicembre 1950. L’epigrafe lo propone «a
ricordo di coloro che caddero in una guerra non voluta dal Popolo Italiano vittime della criminale
politica di Governi rivolta contro le libertà e l’indipendenza dei Popoli» nella «guerra 1940-1945».
Queste parole lasciano emergere la condanna nei confronti del nazi-fascismo, ma recuperano
alla memoria tutti i «combattenti» che sono rimasti «vittime della guerra nazi-fascista»: i
committenti affermano che l’aggressione alla Francia, le operazioni militari nei Balcani e le
campagne africane hanno provoc