Cippo di viale Autodromo

/Cippo di viale Autodromo
Cippo di viale Autodromo 2018-05-05T18:27:52+00:00

Realizzato dall’ANPI di Villanova e dal PCI di Ganaceto il cippo è stato inaugurato il 1 novembre 1945 con una cerimonia importante e partecipata, che ha visto la presenza del parroco di Ganaceto e di alcuni dei più illustri esponenti del movimento comunista modenese. Nella prima versione, il monumento ricordava i tre partigiani Quirino Bulgarelli, Vittorio Fornasari e Vittorio Orsini, fucilati all’incrocio fra le vie Formiggina e San Faustino il 29 settembre 1944. Luigi Pini e Angelo Valenti, due uomini della Resistenza infiltrati nella polizia ausiliaria di Salò uccisi nello stesso luogo circa 2 mesi prima, il 20 luglio 1944, sono stati aggiunti al memoriale solo in un secondo momento, grazie all’iniziativa dei cittadini di San Faustino. Accanto al cippo storico si trova l’installazione realizzata nel corso dell’Anno Scolastico 200972010 dalla Scuola elementare “Emilio Po”, che ha “adottato” il monumento e prodotto un pannello informativo che racconta le biografie dei caduti, le circostanze della loro morte nonché una “intervista al cippo”, che lo “interroga” sulla sua funzione.

 

 

 

 

Galleria





 

Caduti commemorati in questo monumento

SERGIO GOLINELLI

LUIGI PINI

ANGELO VALENTE

QUIRINO BULGARELLI

VITTORIO FORNASARI

 

CIPPI PARTIGIANI