Questo cippo ha indicato per anni il luogo in cui il 22 aprile 1945 è stato ucciso Fiorino Dallari, ma è stato rimosso all’inizio del 1994, quando sono cominciati i lavori per la costruzione dei centri commerciali che sono sorti nell’area fra Cittanova e Rubiera; oggi questo partigiano, caduto nel giorno della liberazione, è ricordato nel monumento collettivo del Grandemilia insieme ad altri protagonisti della Resistenza modenese. Nella vecchia epigrafe i committenti hanno voluto ricordare il «compianto Fiorino Dallari» attraverso gli estremi della sua esistenza e un sentito riferimento alla condizione di «vittima innocente dello scempio tedesco» che ha vissuto nelle ore più drammatiche del 22 aprile 1945: una grande croce dominava il monumento e sormontava la fot