giugno-2007-13Tantissime persone, ex partigiani, anziani ma anche giovani, e molti rappresentanti delle istituzioni lo scorso 13 giugno hanno reso l’estremo saluto a Maria Cervi, figlia di Antenore, uno dei sette fratelli trucidati dai fascisti nel reggiano. Molti hanno ricordato come Maria,tra i tanti discendenti della famiglia Cervi, fosse colei che aveva più di altri tenuta viva la memoria, impegnandosi nel Museo ricavato in quella casa che fu teatro dell’arresto dei fratelli Cervi.
A rendere omaggio a Maria Cervi, i gonfaloni dei Comuni con sindaci provenienti da tutta la Provincia di Reggio ma anche dalla regione e da altre zone d’Italia. Tra i presenti il vice presidente della Camera Pierluigi Castagnetti