Tra i fiumi Scoltenna e Leo: uno dei tanti episodi rimasti sconosciuti

Uno dei tanti episodi su cui non si è fatta adeguata chiarezza è lo scontro armato fra partigiani e tedeschi avvenuto l’11 agosto 1944 sulla confluenza delle dei fiumi Scoltenna e Leo nel territorio del comune di Sestola, in cui persero la vita 10 partigiani, quasi tutti ragazzi dai 17 ai vent’anni, appartenenti alla brigata “Adelchi Corsini”. Si trattò di una vera operazione di guerra che si verificò dopo la caduta della Repubblica di Montefiorino. I tedeschi volevano annientare i vari gruppi di partigiani che avevano lasciato Montefiorino ed avevano preso direzioni diverse per sfuggire all’accerchiamento dei tedeschi.
Leandro Palmieri, comandante della formazione, che in quello scontro perdette il fratello Sisinio, al quale sarà dedicato il nome del battaglione, ha così ricostruito quello scontro:
“Il mio gruppo dopo essersi unito con la formazione di “Armando”, nei pressi di Rocchetta di Trentino ebbe un combattimento in cui, tra l’altro, morì mio fratello Si